Il profumo dell’Oleandro

Giorni come comete.Assolate chimere dorate dentro pulviscoli sospesi nel controluce di pomeriggi d’estate. Donna dagli occhi cerulei e capelli di lava, vissuta in giardini segreti di agavi e palme, di fichi e di gelsi. Abituata alla meraviglia nella decadenza, alla bellezza nell’abbandono, all’agro insieme al dolce. Ad un tappeto di fiori al suolo di vita […]

Leggi