Nell’era degli walkman

  Quando si smonta una casa, si riavvolge veloce un nastro di tempo. Nonne e zie e prozie dai nomi sonori, Emerenziana, Adalgisa, Elsa Caterina, e cugini del papà e cugine e amiche e amici e morosi vari, tutti sbucano da foglie d’ulivo, fra le porte, negli angoli della moquette arrotolata. Sorridono, lampeggiano inaspettati. Novembre […]

Leggi